A - Ducatinside my Nick mi Life

Vai ai contenuti

Menu principale:

A

PER I DUCATISTI > Glossario Motoristico

ABS "Antilock Braking System"
Indica un sistema elettronico che impedisce il bloccaggio delle ruote in frenata. Una centralina controlla e parzializza la pressione dell'olio nel circuito frenante diminuendo l'attrito delle pastiglie sul disco bloccato, interpretando i segnali provenienti da vari sensori (ruote foniche). Il modo corretto di sfruttare il sistema ABS nelle frenate d'emergenza è esercitare la massima pressione sul pedale, che tenderà a vibrare viste le variazioni di pressione all'interno della pompa freno. L'antibloccaggio provvederà ad evitare scompensi ed arresterà l'auto in condizioni di sicurezza.


Acquaplaning
Un fenomeno molto pericoloso che si verifica quando si viaggia su di un fondo particolarmente bagnato. I pneumatici, soprattutto se molto usurati, "galleggiano" letteralmente su di un velo sottile d'acqua poichè le solcature ricavate sul battistrada non riescono ad espellere il liquido. Di conseguenza non vi è più un collegamento diretto fra le ruote ed il suolo e i pneumatici non riescono più a trasmettere le sollecitazioni (sterzata, frenata, accelerazione) imposte dal conducente. I consigli per prevenire tale sgradevole fenomeno sono principalmente due: controllare spesso lo stato d'usura del battistrada (basta inserire una moneta da un euro nella scolpitura, se la profondità non è almeno pari alla corona dorata la gomma è da sostituire) e diminuire la velocità in presenza di fondo bagnato, durante un forte acquazzone o un allagamento.


Aerodinamica
Con il termine "aerodinamica" si intende il comportamento della vettura nei confronti delle correnti d'aria che la circondano durante il moto. Immaginiamo che la vettura sia un oggetto che si muove all'interno di un fluido: la sua forma, in particolare la sua sezione massima, e le sue eventuali appendici (specchietti, maniglie, spoiler etc.) creano una resistenza meccanica all'avanzamento dell'oggetto stesso. Tale resistenza influenza sia i consumi che le prestazioni, oltre a modificare le reazioni dinamiche del mezzo alle alte velocità. La riduzione del coefficiente di resistenza aerodinamica "CX" riduce conseguentemente lo sforzo necessario a vincere l'attrito con l'aria, eliminando così perdite di potenza con ovvi benefici per il consumo e le prestazioni velocistiche.


Albero a camme  
Elemento fondamentale nei moderni motori a quattro tempi, l'albero a camme comanda il movimento delle valvole grazie a degli eccentrici (le camme appunto). La sua velocità di rotazione è dimezzata rispetto a quella dell'albero a gomiti, cui è collegato per mezzo di catene, ingranaggi o cinghie dentate. L'albero a camme può essere posizionato nel basamento del motore, il moto alle valvole viene trasmesso da aste e bilanceri, ma nei motori attuali solitamente trova posto nella testata e comanda direttamente il movimento delle valvole stesse agendo su punterie o bilanceri. Come facilmente intuibile la superficie delle camme deve avere un'elevata durezza superficiale (è soggetta a strisciamento) e durante il suo moto l'albero necessita di un'adeguata lubrificazione.


Albero a gomiti (albero motore)  
Comunemente detto anche "albero motore" l'albero a gomiti è un asse sagomato che trasmette il moto alternato dei pistoni al volano per mezzo di un meccanismo biella-manovella. In parole semplici l'albero motore trasforma un moto alternato, non utilizzabile direttamente, nel moto rotatorio che tutti conosciamo essendo il più "visibile" quando si apre il cofano di un'auto. La forma dell'albero a gomiti dipende dall'architettura del propulsore considerato ed anche in questo caso i perni coinvolti nel movimento esigono una accurata lubrificazione.


Albero di trasmissione  
L'albero di trasmissione collega l'uscita del cambio al differenziale posteriore, nelle vetture dotate di motore anteriore e trazione posteriore. In alcuni casi, vista la sua lunghezza, viene suddiviso in 2 elementi collegati tra loro da giunti scanalati. L'albero di trasmissione deve oltretutto compensare le variazioni di distanza tra gli elementi collegati causate dai movimenti delle sospensioni e tale compensazione viene garantita prorio dal giunto scanalato che per la sua costruzione consente degli spostamenti assiali.


Alesaggio
E' il diametro interno del cilindro su cui scorre il pistone e viene solitamente espresso in millimetri.


Alettone
Con questo termine si indica un'appendice aerodinamica a profilo alare che viene applicata esternamente alla carrozzeria, dalla quale è sempre nettamente separata, al fine di ottenere una certa deportanza ovverosia di impartire all'avantreno o al retrotreno un certo carico aerodinamico indirizzato verso il basso. In questo modo e' possibile ottenere una migliore "motricita'" delle ruote, evitare alleggerimenti dell'avantreno alle alte velocita' ecc.


Alternatore
Dispositivo che trasforma una parte dell'energia meccanica sviluppata dal motore, cui è collegato, in energia elettrica necessaria per varie funzioni del gruppo propulsore. Visivamente l'alternatore somiglia ad un motore elettrico (il principio costruttivo è simile) e si trova di solito lateralmente al motore assieme ad altri dispositivi azionati da una cinghia trapezoidale.


Ammortizzatori
Sono i dispositivi che "smorzano" le oscillazioni impresse alle ruote dalle varie imperfezioni del manto stradale. A grandi linee si può considerare un ammortizzatore come un cilidro entro cui scorre un pistone collegato ad un'asta. L'interno del cilindro è completamente occupato da olio mentre sulla superficie del pistone sono ricavati dei fori di diametro opportuno. Lo scorrimento del pistone viene quindi "frenato" dall'azione del liquido, la cui viscosità rende difficoltoso il passaggio tra le due camere create dal pistone nel cilindro. All'esterno dell'ammortizzatore si trova una molla elicoidale che lavora in simbiosi con il sistema appena descritto.


Attrito
Forza che si genera tra due parti in diretto contatto. La sua intensità dipende dai materiali delle due superfici e dalle loro rugosità superficiali, oltre che dalla pressione con cui le parti in gioco vengono "avvicinate". L'attrito trasforma parte dell'energia impiegata, ad esempio, per far scorrere le due superfici l'una sull'altra in energia termica sotto forma di calore. In campo motoristico l'attrito gioca un ruolo fondamentale: grazie a questo fenomeno i pneumatici trasmettono al suolo la coppia motrice prodotta dal motore, mentre molte parti mobili all'interno del propulsore stesso lavorano in continuo attrito reciproco (bronzine, cinghie, etc.). Allo scopo di ridurre l'attrito, che rappresenta comunque una dispersione di energia utile, le strade sono due: ridurre la rugosità superficiale degli elementi in contatto con lavorazioni meccaniche più precise od interporre tra i due organi in movimento un lubrificante (olio o grasso).


Autoaccensione
In alcuni casi la combustione all'interno del cilindro può avvenire prima che tra gli elettrodi della candela venga generata una scintilla. A causare la combustione può essere una particella incandescente, una bava metallica od una candela di grado termico troppo elevato. Nei motori a ciclo diesel la combustione avviene sempre per autoaccensione, infatti il gasolio esplode dopo la compressione senza l'ausilio di scintille elettriche generate da candele.


Autobloccante  
Termine utilizzato per descrivere certi tipi di differenziali, che evitano che in caso di perdita di aderenza una ruota possa girare a vuoto mentre la ruota opposta trasmette al suolo una coppia motrice pressocchè nulla. Vengono utilizzati in larga parte su vetture ad alte prestazioni e nelle competizioni, anche se ultimamente si preferisce impiegare differenziali a scorrimento limitato.


Autolivellanti  
Sospensioni "intelligenti" che variano la loro taratura in base al carico sull'auto, mantenendo la vettura in assetto neutro indipendentemente dal peso e dalla disposizione dei bagagli e degli occupanti. Nelle versioni più moderne le sospensioni autolivellanti vengono gestite da una centralina elettronica, che interpreta i movimenti del corpo vettura ed invia le informazioni ad ogni singolo ammortizzatore.


Avantreno
Termine che indica le ruote anteriori di una vettura ed il sistema di sospensioni e sterzo ad esse collegato. In senso generico può comprendere tutta la parte anteriore del corpo vettura.


 
Ricerca nel sito
Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu